14 Aprile 2024

domotica e disabiliInteramente pensata e strutturata per traumatizzati spinali dell’Ospedale di Savona, allo scopo di reintrodurre il paziente alla quotidianità e restituirgli l’autonomia, la casa domotica di Savona è un piccolo gioiello di tecnologia.

La casa è situata nel centro storico di Savona e accoglie i pazienti, molto spesso vittime di incidenti stradali, per un periodo di massimo sei mesi, il tempo necessario per prepararli al ritorno a casa e alla vita di tutti i giorni.

All’interno della struttura, dotata di un sistema di sicurezza antincendio e in grado di rilevare fughe di gas e senza barriere architettoniche, sono presenti diversi sistemi domotici: la cucina ignifuga ha un arredamento funzionale che è possibile adattare alle diverse altezze, con le persiane automatizzate; i bagni hanno sanitari per disabili e una doccia con cabina completamente apribile; le camere da letto hanno letti dinamici in grado di inclinarsi adattandosi alle esigenze di ognuno e citofoni e telefoni sui comodini, dotati di tasto di chiamata d’emergenza.
L’abitazione è inoltre connessa alla rete delle strutture socio-sanitarie della zona.

E’ un bell’esempio di domotica che si adatta alle esigenze del cliente, qualunque sia la sua situazione e si prevede in futuro di riproporre la casa di Savona anche in altre realtà, magari nelle stesse case dei pazienti, ma anche in case dove sono presenti anziani, non più autosufficienti, cui gioverebbero sicuramente le facilitazioni che la domotica offre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *