21 Luglio 2024

telecomando-domoticoLa domotica si presta a facilitare le attività quotidiane a persone che presentano diverse tipologie di disabilità, anche molto gravi.

Per quanto riguarda i telecomandi “domotici”, ne sono stati ideati alcuni modelli semplici, con i tasti grandi, con retroilluminazione e con la possibilità di personalizzarli con icone identificative delle funzioni.
Quelli più complessi possono adattarsi a persone con difficoltà motorie gravi e hanno tasti dotati di ingressi per sensori esterni attivabili con i movimenti che il soggetto è in grado di fare, come il movimento della mano o della testa, delle dita e perfino delle palpebre.
Il telecomando può dunque eseguire i comandi corrispondenti ai movimenti designati e se collegato ad un impianto domotico permette anche a chi è costretto a letto di controllare l’intera casa.

Ci sono telecomandi domotici in grado di attivarsi con un comando vocale, particolarmente d’ausilio per persone con difficoltà motorie gravi.
Sono molto curati in questi dispositivi le funzioni di feedback che, ripetendo il messaggio, permettono di correggere eventuali errori di interpretazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *